Mostra personale – comunicato stampa

personale-giugno-provincia

Mostra personale di Agnes Preszler Palazzo della Provincia di Frosinone 13-24 giugno 2016

Copie d’autore ed opere originali
Dopo il grande successo riscosso dalla mostra personale in Prefettura nel mese di aprile, la pittrice verolana, di origine ungherese, presenta una nuova selezione ancora più ricca dei suoi dipinti. Il luogo della mostra questa volta è l’atrio del Palazzo della Provincia, dove l’artista torna in questo periodo dell’anno ormai da vari anni .
Immancabili i vecchi e nuovi pezzi della collezione “La Ciociaria nell’arte dei maestri dell’800”, sempre più ricca e molto apprezzata dal pubblico,
L’altra metà della mostra consiste in opere originali, tra ritratti, nudi, paesaggi e nature morte, in parte già presentate, ma anche nuove come il quadro realizzato recentemente durante l’estemporanea sul fiume Cosa, presso la Fontana Tonica.

Palazzo della Provincia di Frosinone, piazza Gramsci – Frosinone, tel: 0775/2191
orario continuativo: 7.30-19.30, sabato e domenica chiuso

https://www.facebook.com/events/499679206889376/

Tra i temi:

  • al mare per svago o per castigo
  • mamme ciociare
  • bambini che raccolgono fiori o frutta
  • fontane che dissetano
  • paesaggi della Ciociaria (estemporanee dell’artista)
  • volti ciociari e non
  • bambini che lavorano in ambienti malsani, a Sora, nell’800 o oggi, nelle miniere della Bolivia
  • donne armate: eroiche, coraggiose anche a costo della propria vita ….oppure vigliacche che usano la seduzione e l’inganno per uccidere
  • nudi maschili e femminili
  • musica

 

 

 

Infiorata artistica Corpus Domini nell’abbazia di Casamari

Grande soddisfazione per l’infiorata artistica nell’abbazia di Casamari, a cui partecipo sempre più attivamente ormai da anni. Ce l’abbiamo fatta anche questa volta a coprire i 100 m2 dell’infiorata in 6 giorni intensi con materiali organici. A me sono stati affidati ben 4 quadri. Ho cominciato con le mani, piedi e volti dei vari personaggi, usando pastelli da madonnari; tutto il resto è stato coperto con materiali organici, come farina, fondo di caffè setacciati, ecc., e specialmente con fiori raccolti dai nostri collaboratori. Ho realizzato una galleria fotografica su Facebook e anche un video con le immagini.

infiorata
infiorata

 

Festa della mamma – con poesia, arte e fiori

La festa della Mamma in Ungheria è stata festeggiata la domenica scorsa, in Italia lo si fa oggi, tanti auguri a tutte le mamme.

Due mie traduzioni delle bellissime poesie di Attila Jozsef, dedicate alla mamma.

Attila Jozsef: Mia madre

Attila Jozsef: Mamma

Alcuni dei miei quadri raffiguranti madre e figli

mamma ciociara (Léon Bonnat: l'Italienne)
mamma ciociara (Léon Bonnat: l’Italienne)

 

mamma coi figli - copia Bouguereau
mamma coi figli – copia Bouguereau
copia_bouguereau_madre_cr.jpg
mamma col figlio
promessa d'amore
promessa d’amore

 

festa della mamma - ritratto di mia madre
festa della mamma – ritratto di mia madre

 

anyu
mia madre a 80 anni con i suoi tulipani

Estemporanea 1 maggio – quadri dedicati al lavoro minorile

I miei due quadri (50x70cm ognuno) realizzati in estemporanea ieri a Morolo, attinenti al tema “diritti di lavoro e pace” del bando, inatteso da una buona parte dei pittori partecipanti e purtroppo anche dalla stessa giuria.

Io ho scelto in particolare l’argomento del lavoro minorile, purtroppo praticato in molti paesi del mondo. Il primo raffigura un bambino boliviano in una miniera (lo stato boliviano ha ulteriormente abbassato la soglia di età – a 10 anni! Il secondo invece raffigura un bambino pakistano in una fabbrica di mattoni.

estemporanea-1maggio-lavoro-minorile
estemporanea 1 maggio -quadri dedicati al lavoro-minorile

Nuova mostra personale in giugno

bodytalk locandina
locandina della mostra
(comunicato stampa)
Dopo il grande successo riscosso dalla mostra personale in Prefettura nel mese di aprile, la pittrice verolana, di origine ungherese, presenta una nuova selezione dei suoi dipinti, questa volta nel Palazzo della Provincia. Immancabili i nuovi pezzi della collezione “La Ciociaria nell’arte dei maestri dell’800”, sempre più ricca e molto apprezzata dal pubblico, la mostra si centra tuttavia sull’interesse maggiore dell’artista, cioè il ritratto e la figura umana. Infatti, pur dipingendo un ampio spettro di soggetti, è proprio su questa linea intende proseguire la pittrice: analizzare il volto e il corpo umano, capire e raffigurare non solo i tratti somatici, il movimento e il linguaggio del corpo, ma anche il carattere, mirando ad arrivare all’anima, all’essenza e dare in questo modo all’opera il soffio vitale.
 
Palazzo della Provincia di Frosinone, piazza Gramsci – Frosinone, tel: 0775/2191
orario continuativo: 7.30-19.30, sabato e domenica chiuso

La Grande Guerra – in Ciociaria

grande-guerra-ciociaria-copertina grande-guerra-ciociaria-eroi-ciociari grande-guerra-ciociaria-pagina

E’ uscito il nuovo, prestigioso libro curato dall’Associazione Saturnia Tellus e la Fondazione Proia, Testi di Giorgio Copiz, che è anche ideatore dell’intero progetto. Quasi 300 pagine piene di racconti ed analisi, illustrate riccamente con opere di Otello Perazzi e mie e con foto d’epoca. Dell’immenso materiale raccolto è stato recentemente allestita una mostra a Veroli. E’ possibile organizzarne altre nei comuni che ne fanno richiesta.

Voglia di papaveri – voglia di bellezza

Nuovo lavoro cominciato: copia di Picking poppies (Sora) del pittore danese Pederson, dipinto appunto a Sora: raffigura bambine ciociare che raccolgono papaveri.

Ho sempre desiderato dipingere un campo di papaveri, ma volevo fare qualcosa particolare, non i soliti quadri pieni di papaveri, un po’ tutti uguali ed anonimi. Il quadro di Pederson mi è subito piaciuto ed ora sto procedendo con la realizzazione. Qui sotto vedete i vari passi.

papaveri1
abbozzo i vari elementi
papaveri dipinto 2.giorno
comincio a definire le figure e la roccia
papaveri dipinto
“e il terzo giorno apparvero i papaveri”

 

posterò qui i passi successivi

Questo dipinto mi ricorda quando, da bambina, tornando a casa dopo scuola, raccolsi un mazzo di papaveri (mi sono sempre piaciuti) dal bordo della strada. Grande fu la mia delusione vederli perdere i petali quasi subito. Le bambine raffigurate in questo quadro magari non sanno ancora cosa succederà ai papaveri raccolti, oppure lo sanno, ma li vogliono raccogliere lo stesso, per il piacere che ciò porta. La bellezza, pur effimera, va cercata ed apprezzata

pittrice ritrattista Agnes

Opere di Agnes Preszler - www.ritrattista.eu - Tutti i diritti riservati - Informativa privacy